mercoledì 30 aprile 2014

Il principe nero di David Gemmell


Il principe nero è il secondo romanzo di David Gemmell, dedicato alla saga dei Parmenion (abbiamo parlato anche del primo libro riguardante questo ciclo qui).

Trama – Filippo il Macedone, grazie alla forza delle proprie falangi e all’arguzia del generale Parmenion, ha soggiogato tutte le popolazioni circostanti e ha esteso la propria egemonia alle città-stato della Grecia, rendendo potente la propria nazione. Tuttavia c’e’ qualcosa che turba la sua quiete. Suo figlio Alessandro, infatti, ha uno strano potere mortifero grazie al quale può uccidere qualsiasi cosa o persona tocchi. Ciò è dovuto al fatto che il bambino, grazie ai rituali officiati nell’isola di Samotracia dalla strega Aida, è destinano a diventare l’involucro nel quale il Dio Oscuro, Kadmillos, intende reincarnarsi per distruggere il mondo.


Commento – Questo secondo romanzo, rispetto al primo, presenta elementi che lo accostano maggiormente al genere fantasy, nonostante la parte preponderante del libro sia dedicata alle vicende storiche relative alla Macedonia nel periodo in cui hanno regnato Filippo II e Alessandro Magno.
David Gemmell, nella propria narrazione, adotta l’espediente di trasportare in un universo parallelo i protagonisti. In tali circostanze, Alessandro, braccato dal Dio Oscuro, viene aiutato da un nugolo di creature fantastiche, riconducibili ai miti dell’Antica Grecia. Per salvare il giovane Principe, combatteranno centauri, fauni, gorgoni e minotauri contro le forze del Caos.  
L’Autore, come suo solito, ed è anche per questo motivo che lo adoro, ci garantisce battaglie e combattimenti cruenti a profusione, nei quali alla fine, non di rado, è difficile distinguere il buono dal cattivo. Al riguardo i personaggi sono connotati da profili psicologici complessi e i dialoghi sono sagaci.
Ovviamente non mancano gli elementi soprannaturali anche nella parte del libro in cui vengono raccontate le gesta di Filippo e di Alessandro. Nondimeno prevalgono le imprese eroiche dei guerrieri impegnati nelle battaglie. Grande importanza nel contesto magico è data a Derae e Aida, due maghe poste in fazioni avverse e volte ad ottenere rispettivamente la sconfitta e la vittoria del Signore Oscuro.

In definitiva, vi dico che Il principe nero mi è piaciuto molto, così come Il leone di Macedonia, e pertanto se avete voglia di avventurarvi in un bel romanzo storico, dedicato all’Antica Grecia, che riprende anche elementi mitologici, dovete leggere subito questo libro.

Scheda:


  • Titolo: Il principe nero
  • Autore: David Gemmell
  • Traduttore: Guarnieri A.
  • Editore: Nord
  • Collana: Libri mito
  • Data di Pubblicazione: 1997
  • Pagine: 591







lunedì 28 aprile 2014

Dante's Inferno AMV



Come di consueto, anche questa settimana iniziamo con un AMV. 

Questa sera è la volta di Dante's Inferno, visionario film autoconclusivo di animazione di cui abbiamo vi ho già parlato in questo blog.

La canzone che accompagna le immagini è Inside the Fire dei Disturbed.

Buona visione.


sabato 26 aprile 2014

Ga-Rei Zero




Ga-Rei Zero è un anime del 2008, composto da dodici episodi, diretto da Ei Aoki e tratto dall’omonimo manga di Hajime Segawa.

Trama – Il Giappone dei nostri giorni è invaso da un’orda di demoni, pronti a mietere vittime e a terrorizzare la popolazione. Il governo nipponico, per contrastare questo fenomeno, si avvale della collaborazione di alcuni esorcisti. Kagura è la figlia di uno dei più potenti esorcisti giapponesi, tuttavia vive con disagio e mestizia tale condizione, poiché il padre le impartisce una draconiana educazione e si dimostra indifferente ai suoi problemi esistenziali. Successivamente, Kagura conosce Yomi, figlia adottiva di suo zio, una abile esorcista, con la quale stringe una profonda amicizia, fino a quando una strana entità malefica si interpone tra loro.

Commento – Nonostante una trama intrecciata ed un buon profilo psicologico dei personaggi, Ga-Rei Zero non mi ha entusiasmato.
Anzitutto, debbo essere sincero, il fatto di utilizzare come protagonista una bambina querula, Kagura, che non fa altro che lagnarsi per tutte le puntate, risulta alquanto fastidioso, tanto che ho pensato più volte di interrompere la visione di questo anime. Inoltre, non si comprende come Kagura, dopo pochi anni di allenamento, possa diventare una abile guerriera in grado di sconfiggere delle diaboliche creature. D’altro canto, occorre evidenziare che la trama è intrecciata e vi sono diversi colpi di scena che riescono a spiazzare lo spettatore, così come momenti profondamente commoventi.
Sul versante dell’animazione, in alcuni combattimenti risulta eccessivamente rigida, mentre il character design è discreto, ma troppo spigoloso.
Non ho apprezzato nemmeno la colonna sonora, tipicamente giapponese.
Insomma, da come si è capito, questo è un anime non mi è piaciuto e non lo rivedrei una seconda volta.

Scheda:
  • Titolo originale: Ga-Rei Zero
  • Autore: Hajime Segawa
  • Regia: Ei Aoki
  • Regia episodi: Keiji Gotoh
  • Character design: Osamu Horiuchi
  • Animazione: Osamu Horiuchi, Keiji Gotoh (ep. 4), Megumi Kadonosono (ep. 4), Shinichi Kurita (ep. 6, 12)
  • Direzione artistica: Yoshimi Umino, Studio AIC Spirits
  • Musiche: Noriyasu Agematsu
  • Reti: Chiba TV TV Saitama, 1ª TV  5 ottobre 2008 – 21 dicembre 2008
  • Episodi: 12 (completa)
  • Aspect ratio: 16:9
  • Durata ep,: 24 min
  • Episodi it.: inedito
  • Genere: yuri, azione,  drammatico, orrore

venerdì 25 aprile 2014

47 Ronin




47 Ronin è un film storico, soprannaturale del 2013, diretto da Carl Rinsch e con la sceneggiatura di Chris Morgan e Hossein Amini.

Trama - Siamo nel Giappone del 1700 circa. Lord Kira brama di ampliare i propri possedimenti territoriali e, durante una sua visita e dello Shogun presso il feudo di Lord Asano, sfrutta l’occasione per stregare con un incantesimo quest’ultimo e, possedendo la sua anima (grazie ai sortilegi di Mizuki), si fa aggredire nel corso della notte. Lo Shogun, per punire questa condotta illecita, condanna a morte Lord Asano mediante suicidio, impone a sua figlia Mika di sposare Lord Kira, unificando così i due feudi e bandisce tutti i suoi samurai dai suoi territori, dichiarandoli ronin.
Kuranosuke Oishi, con altri quarantasette ronin banditi, non si arrende alla malasorte e, dopo aver patito una dura prigionia, decide di vendicare la morte del suo signore, al fine di restituire l’onore al proprio feudo. Ad essi si aggregherà anche Kai, un mezzosangue che era al servizio di Lord Asano.
Nel corso della loro missioni, i ronin dovranno non solo affrontare gli uomini di Lord Kira, ma anche mostruose forze soprannaturali che si opporranno a questi valorosi guerrieri.



Commento – Parto subito con il dire che questo film, a dispetto di molte critiche che ho letto sulla rete, mi è piaciuto.
C’e’ un bella recensione, al riguardo, scritta da Bruno sul blog Mondi Immaginari, vi consiglio di leggerla. La trovate qui.
Fatto? Bene, ora veniamo al mio commento.
47 Ronin è liberamente ispirato alla storia vera dei quarantasette ronin che per vendicare il loro signore da una ingiusta condanna a morte, comminata dalla Shogun, decidono di combattere il potente Kira, nonostante fossero consapevoli che tale comportamento gli sarebbe costato la vita.
Il film presenta una trama piuttosto lineare, tuttavia, vi sono moltissimi combattimenti e scene di azione che di certo non permettono allo spettatore di annoiarsi. Inoltre, è ben curato anche il profilo psicologico del protagonista Kai (Keanu Reeves), un ragazzo figlio di un europeo e di una giapponese, rinnegato dalla propria famiglia e cresciuto da Lord Asano.
Il tutto è arricchito da elementi soprannaturali che giocano un ruolo chiave nel film, intervenendo nei momenti più importanti per risolvere duelli e modificando le sorti dei personaggi.


Pertanto se vi piace il genere storico e soprannaturale, vi consiglio di guardare 47 Ronin.



Scheda:


  • Titolo originale:                     47 Ronin
  • Lingua originale:                   inglese, giapponese
  • Paese di produzione:              USA
  • Anno:                                   2013
  • Durata:                                 118 min
  • Rapporto:                              2,35:1
  • Genere:                                 azione, fantastico, storico, soprannaturale
  • Regia:                                  Carl Rinsch
  • Soggetto:                              Chris Morgan, Walter Hamada
  • Sceneggiatura:                       Chris Morgan, Hossein Amini
  • Produttore:                            Pamela Abdy, Eric McLeod, Scott Stuber
  • Produttore esecutivo:             Chris Fenton, Walter Hamada, Erwin Stoff
  • Casa di produzione:               H2F Entertainment, Mid Atlantic Films,
  • Distribuzione:                       (Italia) Universal Pictures
  • Fotografia:                             John Mathieson
  • Montaggio:                            Craig Wood
  • Musiche:                                Ilan Eshkeri
  • Scenografia:                         Jan Roelfs
  • Costumi:                               Penny Rose
  • Trucco:                                Amanda Burns, Amy Byrne, Sharon Nicholas

giovedì 24 aprile 2014

Ninja Scroll AMV



Oggi voglio proporvi questo AMV, dedicato a Ninja Scroll.

La canzone che accompagna il video è Genesis dei Justice.



Buon divertimento!


sabato 19 aprile 2014

Il Leone di Macedonia di David Gemmell

  


Il Leone di Macedonia è il primo dei due romanzi di David Gemmell, dedicato alla saga dei Parmenion,  pubblicato nel 1990.

Trama – Siamo a Sparta nel 400 a.C. circa, Parmenion, giovane guerriero per metà spartano e per metà macedone, viene vessato dai suoi commilitoni per il fatto di essere un mezzosangue. Tale circostanza, lo porterà a non essere accettato in questa città e diventare il bersaglio di continui attacchi. Nondimeno, Parmenion sarà destinato a diventare uno dei più grandi generali che lo storia abbia mai conosciuto, devastando i campi di battaglia di tutto il mondo.
Inoltre, si troverà a prendere parte nella battaglia tra le forze della luce e le forze dell’oscurità, poiché queste ultime vogliono far rinascere il Dio Oscuro.

Commento – Il Leone di Macedonia è un romanzo storico soprannaturale.
Per quanto concerne il primo dei due predetti elementi, David Gemmell ripercorre le vicende del protagonista, il generale macedone Parmenione (400 a.C. – 329 a.C.), partendo dalla sua adolescenza fino ad arrivare alla sua consacrazione di grande condottiero, narrando le sue vittorie in Grecia, Egitto e Persia. Ampio spazio viene dato alla narrazione dei fatti storici inerenti alle dispute tra le città greche e Sparta, ed anche alle guerre greco persiane, esaltando la descrizione di combattimenti e battaglie.
Volgendo lo sguardo al soprannaturale, in tutto il corso della storia si combattono le forze della luce e dell’oscurità, le quali hanno i loro accoliti sulla Terra, pronti ad ogni sacrificio pur di realizzare l’obiettivo agognato: la rinascita del Dio del Caos nel corpo di un bambino che diverrà il distruttore del mondo. In tale contesto, Parmenion giocherà un ruolo fondamentale, prendendo parte a questa guerra e venendo trascinato in un mondo ultraterreno ed infernale.
La trama è scorrevole e ben sviluppata, presentando notevoli colpi di scena che non consentono al lettore di annoiarsi. Nonostante appaiano nella vicenda numerosi personaggi, l’Autore ha strutturato egregiamente il profilo psicologico di gran parte di essi.

In conclusione, Il Leone di Macedonia è un libro imprescindibile per chiunque ami i romanzi con ambientazione storica antica, intrisi di battaglie e combattimenti, e con l’intrusione del soprannaturale.


Autore – David Gemmell (Londra, 1º agosto 1948  28 luglio 2006) è stato uno scrittore britannico. Cresciuto in quartiere malfamato di Londra, a sedici anni è stato espulso da scuola. Gemmell ha svolto i più svariati lavori, dal muratore al buttafuori in discoteca, fino a diventare giornalista. Nel 1984, mentre era in ospedale per svolgere alcune visite, pensando di essere malato di cancro, ha ipotizzato per la prima volta di cimentarsi nella scrittura di romanzi fantasy. Successivamente, ha pubblicato il suo primo libro, dedicato al popolare eroe Druss dei Drenai, ottenendo un grande successo a livello mondiale.
I romanzi di David Gemmell possono essere inquadrati nel genere dell’heroic fantasy (o sword and sorcery), in quanto riprendono gli elementi tipici presenti nelle opere di Robert E. Howard: antieroi nerboruti in lotta con maghi, elementi orrorifici, donne procaci, assenza di razze e di una netta distinzione tra bene e male. Grande importanza viene data alle battaglie ed ai combattimenti, grazie anche alla preparazione storica e militare di David Gemmell.
L’Autore è morto il 28 luglio 2006, a due settimane da un'operazione chirurgica per l'impianto di un bypass.
Tra le sue opere più importanti ricordo: la Saga dei Drenai (in questo blog abbiamo già parlato di Waylander Dei Drenai), composta da undici volumi, pubblicati dal 1984 (La leggenda dei Drenai), il ciclo delle Sipstrassi (1987-1994), in cinque volumi, dei Rigante (1998-2002), la saga dei Parmenion (con il dittico Il leone di Macedonia 1990 e Il principe nero 1991) e la trilogia sulla Guerra di Troia (2005-2007).

Scheda:

Titolo: Il romanzo di Parmenion. Il leone di Macedonia
Autore: David Gemmell
Traduttore: Guarnieri A.
Editore: Nord
Collana: Libri mito
Data di Pubblicazione: 1999
Pagine: 539

mercoledì 16 aprile 2014

Claymore AMV



Questa sera voglio deliziarvi con uno splendido AMV, dedicato a Claymore.

La canzone è Anthem of the Lonely dei Nine Lashes.

Buona visione!

Ps: questo video contiene degli SPOILER!!


sabato 12 aprile 2014

Baccano!

Baccano! è un anime del 2007, composto da sedici episodi, tratto dalla serie di light novel di Ryohgo Narita e diretto da Takahiro Omori.

Trama – Gustav, vice-direttore di un giornale,  dopo aver discusso a lungo con Carol, la propria collaboratrice, su come scrivere una storia articolata, inizia a raccontare la vicenda che ha immaginato. Veniamo, quindi, proiettati, da un lato, nel bel mezzo di una faida tra alcuni clan mafiosi nella New York degli anni 30; dall'altro, in una guerra tra alchimisti immortali che si combattono, divorandosi a vicenda.



Commento – Iniziamo subito con il dire che è difficile seguire con un certo rigore la trama di Baccano!, in quanto sono presenti continui flashback (ed alcuni flashfoward) che confondono lo spettatore non  permettendogli di comprendere la vicenda fino a circa metà della serie tv. Ad aggravare maggiormente ciò, vi è il fatto che non c’e’ un vero e proprio protagonista della storia, ma molti personaggi (forse troppi), i quali sviluppano differenti sottotrame dell’anime.
Interessante è l’aspetto di legare l’elemento soprannaturale all’ambientazione americana degli anni trenta del secolo scorso. Abbiamo, infatti, gli immortali che interagiscono con le bande mafiose, combattendole o aiutandole nei loro scopi.
L’anime ha anche alcune caratteristiche tipiche del pulp, infatti, è intriso di scene efferate: omicidi, torture e combattimenti in cui il sangue sgorga a fiotti.
L’animazione e il character design sono di buona qualità, così come la colonna sonora.

In buona sostanza, ritengo che questa serie tv sia carina, ma non straordinaria.

Scheda:

Titolo originale:              Bakkāno!
Autore:                         Ryohgo Narita
Regia:                          Takahiro Omori
Studio:                         Brain's Base
            Aniplex
Rete:                           WOWOW
1ª TV:                          26 luglio 2007 – 1º novembre 2007
Episodi:                       16 (completa)
Genere:                       Seinen
          Azione
          Horror
          Avventura





lunedì 7 aprile 2014

Trailer di Marvel's Avengers Confidential: Black Widow & Punisher



Di seguito il trailer di Marvel's Avengers Confidential: Black Widow & Punisher, prodotto grazie alla collaborazione tra la Marvel e la Madhouse.






sabato 5 aprile 2014

La Maschera di Circe di Henry Kuttner







La Maschera di Circe è un libro fantasy, scritto da Henry Kuttner, pubblicato nel 1948 (in Italia nel 1979 da Mondadori, all’interno dell’antologia all’Ombra degli Dei, a cura di Gianni Montanari).

Trama - Jay Steward, un ricercatore di medicina, sottoponendosi ad un particolare tipo di trattamento psichiatrico atto a rievocare nel paziente le esperienze vissute nel passato, si trova catapultato in un universo parallelo nel quale imperversa una millenaria guerra tra gli dei. Da una parte, vi è Apollo, una divinità della luce, venerato dagli umani, coperti da armature di scaglie d’oro; dall’altra Ecate che rappresenta l’oscurità e il male, la quale può avvalersi non solo di un esercito di centauri e fauni, ma anche della magia di Circe.
Il protagonista ben presto verrà a conoscenza del fatto di essere il discendente diretto di Giasone e si troverà costretto a scegliere con quale dei due schieramenti combattere.

Commento - Henry Kuttner, in questo libro, adotta l’espediente letterario di proiettare il protagonista (un uomo della nostra epoca), in un universo parallelo fantasy, che richiama l’antica civiltà greca.
La trama dell’opera è articolata ed accattivante, riservando al lettore colpi di scena fino alla conclusione. I personaggi sono descritti in maniera esaustiva sia sotto il profilo psicologico sia sotto quello fisico.
Il protagonista di La Maschera di Circe non è il classico eroe che con la sua possanza fisica riesce a risolvere ogni sorta di problema che gli si para di fronte. Al contrario, Jay Steward è un uomo comune con le sue paure e le sue incertezze e proprio tali caratteristiche gli impongono di affrontare i suoi nemici, sfruttando la sua sagacia.
L’autore, inoltre, effettua una personale interpretazione dei miti che accompagnano il periodo storico classico. Infatti, sono presenti divinità come Apollo e Ecate, ma ad esse vengono attribuite caratteristiche differenti da quelle che siamo abituati a conoscere, grazie alle leggende.
Un altro elemento particolare è dato dal fatto che, benché il libro sia intriso di magia, essa trova fondamento nella tecnologia. Nel corso della storia, abbiamo a che fare con creature fantastiche come fauni, centauri, oppure con navi fantasma, tuttavia, diventa sempre più palese che ogni tipologia di sortilegio sia di natura umana che divina soggiace a precise regole scientifiche.

La Maschera di Circe è un racconto fantasy mediterraneo, atipico, originale , scevro dai cliché che ormai infestano ogni libro presente nei cataloghi delle case editrici e proprio per questo motivo merita di essere letto.



Autore - Henry Kuttner (Los Angeles 7 aprile 1915  4 febbraio 1958) è stato un scrittore americano di fantascienza, fantasy e horror. La sua carriera è iniziata sulla rivista americana Weird Tales, ottenendo successi nel genere fantastico e poliziesco. Nel 1940, si è sposato con Catherine L. Moore, anch’essa scrittrice, con la quale ha pubblicato molteplice opere, avvalendosi dello pseudonimo di Lewis Padgett e di Lawrence O'Donnell.
Per quanto riguarda le opere principali da lui scritte, ricordo Fury, Robots Have No Tails Mutant.

Nel 2004 gli è stato riconosciuto il premio Cordwainer Smith Rediscovery Award.


Scheda:

Titolo:                      La Maschera di Circe (nell’antologia All’ombra degli Dei)
Autore:                      Henry Kuttner 
Dati:                         1979, 412 p.,
Editore:                     Mondadori