domenica 30 novembre 2014

Il mastino della guerra di Michael Moorcock

Scheda:
Titolo: Il mastino della guerra
Titolo originale: The War Hound and the World's Pain
Serie: Trilogia di von Bek, primo volume
Autore: Michael Moorcock
Editore: Nord
Collana: Fantacollana N. 52
Genere: sword and sorcery / fantasy
Copertina: Rowena Morrill
Traduttore: Annarita Guarnieri
Data di pubblicazione: 1984
Pagine: 204
Non disponibile

Trama: Anno 1631. L’Europa è insanguinata da una guerra lunga e feroce, gli eserciti protestanti e cattolici vagano per il territorio saccheggiando, uccidendo e violentando tutto quello che incontrano, i roghi di eretici e streghe bruciano incessantemente e la “crudeltà vigente è arrivata al punto da richiedere non soltanto la crocifissione dei bambini dei contadini, ma anche quella dei loro animali domestici”. Il valoroso, colto e ateo capitano di ventura Ulrich von Bek, rampollo di una ricca famiglia di provincia, ha abbandonato il contingente di fanteria che ha comandato durante il terribile assedio di Magdeburg per paura di contrarre la peste, e sta vagando da giorni nei boschi da solo quando si imbatte in una strana radura nella quale regna il silenzio più assoluto, come se persino uccelli e insetti volessero evitarla...

sabato 29 novembre 2014

Aforismi moorcockiani

"Questo è un mondo povero, cattivo e decadente, che si aspetta amore senza sacrificio, l'immediato esaudimento dei suoi desideri, come potrebbe volerlo un bambino e una bestia, e che diventa capriccioso se non riceve quella soddisfazione e si autodistrugge per l'ira."

Ulrich von Bek

Michael Moorcock, Il mastino della guerra, Nord, 1984

venerdì 28 novembre 2014

Il settimo figlio, nuovo trailer


Oggi i propongo il nuovo trailer de Il settimo figliofilm fantasy diretto da Sergei Bodrov, diffuso dalla Legendary Pictures, che da due anni è in attesa di uscire nelle sale cinematografiche.

Che ne pensate?


giovedì 27 novembre 2014

Gli Immortali

Gli Immortali erano un reparto d’elite dell’esercito persiano, che svolgeva anche la funzione di guardia personale dell’imperatore, durante il periodo del primo impero (550 a.C. – 330 a.C.). 
Il nome di Immortali gli è stato conferito da Erodoto, nelle sue Storie, a cagione del fatto che tale reparto militare era composto da 10.000 soldati e non subiva alcuna variazione numerica: se qualcuno periva o rimaneva ferito in modo grave, veniva immediatamente sostituito. Proprio per questo motivo, secondo taluni storici, erano chiamati immortali.
Questo reparto d’elite si caratterizzava per la forte coesione di gruppo e per il fatto di non consentire l’arruolamento a uomini che non fossero di origine meda o persiana. Del resto entrare a far parte degli Immortali era un grande onore e pochi vi riuscivano.
Erodoto ci dice gli Immortali erano armati di lancia
corta con la punta di ferro e un contrappeso all'estremità opposta a forma di melagrana, arco e faretra per le frecce, daga o spada corta. Indossavano un’armatura d’orata, un peculiare copricapo di feltro, una tiara, pantaloni e una cotta di metallo. 
Non è dato conoscere quali tattiche militari adottassero, ma gli storici ci riferiscono che erano temuti dai nemici e avevano diritto ad un trattamento speciale rispetto alle altre truppe persiane. Gli era concesso infatti del cibo speciale e di avere al seguito donne e servi, trasportati da carri, cammelli e  muli.
Occorre ricordare che gli Immortali hanno giocato un ruolo di primo piano nelle battaglie in cui sono stati impiegati, distinguendosi per il loro valore militare. Si pensi alla conquista di Babilonia del 539 a.C. da parte di Ciro il Grande, ovvero a quella dell'Egitto del 525 a.C. da parte di Cambise II e all'invasione del Punjab occidentale, del Sindh, e della Scizia da parte di Dario I.
Tra le più importanti battaglie a cui parteciparono non si possono non ricordare Maratona e le Termopili (rese celebri al grande pubblico dai film 300 di Zack Snyder e dal suo sequel 300 - L'alba di un impero di Noam Murro), dove rispettivamente persero e vinsero.

mercoledì 26 novembre 2014

Vlad III l'Impalatore, Principe di Valacchia per la terza volta

Il 26 novembre 1476 Vlad III (Sighișoara8 novembre 1431 – Bucarest14 dicembre 1476), noto anche come l'Impalatore, divenne sovrano di Valacchia per la terza volta. Nel 1462 il Principe riuscì a sconfiggere i Turchi guidati da Maometto II, che avevano invaso la Valacchia, impalando 20.000 soldati nemici nella città di Targoviste.
Ma la sua resistenza non durò molto, dato che le sue risorse economiche scarseggiavano. Dopo essere andato a chiedere aiuto agli ungheresi, Vlad III fu da questi arrestato e incarcerato per dodici anni. A seguito del proprio rilascio dal carcere, l'Impalatore riuscì a conquistare nuovamente il potere in Valacchia, ma morì in battaglia proprio contro gli Ottomani.
In Occidente molti ritengono Vlad III un crudele tiranno, ma nell'Europa orientale (e in particolare in Romania) è considerato un eroe nazionale, un difensore del popolo che si è opposto all'invasione turca (si veda la mia recensione su Dracula Untold).

Secondo triumvirato romano

Il 26 novembre del 43 a.C. venne formato il Secondo triumvirato fra Ottaviano AugustoMarco Antonio e Marco Emilio Lepido; alleanza che durò dieci anni ma non venne rinnovata.

martedì 25 novembre 2014

L' ultima ragione dei re. Ultima ratio regum di Joe Abercrombie

Scheda:
Titolo: L' ultima ragione dei re. Ultima ratio regum
Autore: Joe Abercrombie
Editore:  Gargoyle
Traduttore: B. Tavani
Genere: grimdark fantasy / fantasy
Data di pubblicazione: 2014
Pagine: 811
Prezzo: € 16,92

Trama: La fine è vicina. La battaglia infuria, il Re degli Uomini del Nord non accenna a cedere, e c'è solo un uomo che può fermarlo. Il suo più vecchio amico, che è anche il suo più vecchio nemico. Per Novedita il Sanguinario è ora di tornare a casa. Con troppi capi e troppo poco tempo, il Superiore Glokta sta combattendo un altro tipo di guerra. Una lotta segreta in cui nessuno è al sicuro e il tradimento è sempre in agguato. Anche se i giorni della spada sono ormai lontani, almeno il ricatto, le minacce e la tortura non passano mai di moda. Jezal dan Luthar ha deciso che combattere per la gloria è troppo doloroso, così volta le spalle alla vita da soldato per dedicarsi a un'esistenza più tranquilla. Ma la gloria ha la cattiva abitudine di coglierti alle spalle quando meno te lo aspetti. Mentre il Re dell'Unione è sul letto di morte, i contadini si ribellano e i nobili si accapigliano per rubargli la corona. Eppure nessuno crede che l'Unione stia per essere colpita al cuore. Solo il Primo Mago ha un piano per salvare il mondo, ma ci sono dei rischi. Dopotutto, non c'è rischio peggiore della violazione della Prima Legge...


Autore: Joe Abercrombie (Lancaster, 31 dicembre 1974) è uno scrittore britannico. Laureato in psicologia, dopo aver svolto la professione di produttore televisivo, ha intrapreso la carriera di montatore freelance. Successivamente, si è dedicato alla scrittura, pubblicando nel 2006 il romanzo fantasy Il richiamo delle spade (The Blade Itself) a cui sono seguiti  Non prima che siano impiccati (Before They Are Hanged) e L'ultima ragione dei re. Ultima ratio regum (Last Argument of Kings), tutti appartenenti alla trilogia de La Prima Legge. Nel 2009 ha pubblicato Il sapore della vendetta, che è stato candidato al David Gemmell Legend Award per il 2011, e nel 2011 The heroes.

lunedì 24 novembre 2014

L’ombra che scivola di Robert E. Howard - La saga di Conan il Cimmero

Scheda:
Titolo: L’ombra che scivola
Titolo originale: Xuthal of the Dusk / The Slithering Shadow
Autore: Robert E. Howard
Editore: Weird Tales
Genere: sword and sorcery
Data di pubblicazione: 1934
Data di pubblicazione italiana: 1974
Editore: Nord, Fantacollana 5


L’ombra che scivola è il tredicesimo racconto del ciclo originale di Conan, pubblicato nel 1933 su Weird Tales con il titolo di "Xuthal of the Dusk". In Italia, la casa editrice Nord ha messo in commercio questa short story nel 1974, includendola in Conan l’avventuriero, quinto volume della serie dedicata al Cimmero...

domenica 23 novembre 2014

Il mondo di Nehwon di Fritz Leiber - La saga di Fafhrd e del Gray Mouser vol. 1

Scheda:
Titolo: Il mondo di Nehwon
Autore: Fritz Leiber
Editore:  Nord
Collana: Fantacollana N. 20
Genere: sword and sorcery / fantasy
Copertina: Karel Thole
Traduttore: Roberta Rambelli
Data di pubblicazione: 1977
Pagine: 676
Non disponibile



Trama: Il mondo di Nehwon raccoglie tutte le avventure di Fafhrd e del Gray Mouser che hanno preceduto gli avvenimenti delle Spade di Lankhmar: avventure che a volte li vedono divisi, a volte rivali, ma più spesso uniti, fin dai primi anni della loro giovinezza, e che si svolgono con equanimità tra principi e gaglioffi, belle donne e vecchie megere, dèi e sottorazze, ma sempre – ahimè! – con scarsissimo profitto per i due nostri eroi. Queste storie fanno parte di uno dei cicli più noti della fantascienza eroica. Leiber prende elementi della tradizione popolare – gli eroi le magnanime imprese – e li lega con un filo di ironia a tutto un filone romanzesco “colto" di opere ambientate in reami esotici, talvolta immaginarie e talvolta galanti, che ha nell’americano J.B. Cabell il suo più noto esponente...

sabato 22 novembre 2014

Aforismi cimmeri

"In questo mondo gli uomini lottano e soffrono invano, trovando piacere solo nella lucente follia della battaglia; morendo, le loro anime entrano in un reame grigio e nebbioso di nuvole e venti gelidi, per vagare tristemente nell'eternità."

Robert E. Howard, La Regina della Costa Nera, Weird Tales, 1934

venerdì 21 novembre 2014

Nuovo trailer di Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate


Giovedì scorso vi ho presentato Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate, film diretto da Peter Jackson e tratto dal noto romanzo di J.R.R. Tolkien, in uscita nelle sale cinematografiche il 17 dicembre. 
Questa sera invece voglio proporvi il nuovo trailer dedicatogli.

Buona visione.

giovedì 20 novembre 2014

Baldovino V viene incoronato re di Gerusalemme

Nel 20 novembre 1183 Baldovino V (1177 – 1186), all'età di sei anni, venne incoronato re di Gerusalemme per volere di Baldovino IV, poiché questi temeva un colpo di mano da parte di Guido di Lusignano.
Baldovino V era figlio di Guglielmo Spadalunga di Monferrato e di Sibilla di Gerusalemme e mantenne il potere dal 1185 al 1186; governando sotto la reggenza di Raimondo III di Tripoli e di Boemondo III di Antiochia e la potestà di Joscelin III di Edessa.


mercoledì 19 novembre 2014

Yagi il fiore malvagio

Scheda:
Titolo: Jagi - Il fiore malvagio
Disegnatore: Hiromoto Shinichi
Soggetto: Tetsuo Hara e Buronson
Genere: shōnen
Temi: arti marziali, sacrificio, onore, amicizia, mondo post-atomico
Editore: Panini Comics
Formato: 13X18
Pagine: 192
Colore: B/n
Caratteristiche: Brossurato con sovraccoperta
Data di pubblicazione: 11 dicembre 2014
Prezzo: € 4,05

Trama: Gira per il mondo devastato dalla guerra nucleare spacciandosi per Kenshiro: è Jagi, il vero antieroe della saga di Ken il Guerriero! Un pazzo scatenato che va a caccia dei più deboli e dei suoi fratelli minori! Scoprite la sua storia e come questa sia legata a doppio filo con quella della Divina Scuola di Hokuto.

A distanza di più di trent’anni dalla sua prima pubblicazione, la saga di Ken il guerriero, ideata da Tetsuo Hara e Buronson, continua a dimostrarsi unica ed intramontabile.
A riprova di ciò la Planet Manga, a partire dal 4 dicembre 2014, lancerà una nuova serie: Jagi – il fiore malvagio, composta da due volumi e realizzata dal mangaka Shinichi Hiromoto. In essa verranno narrate le vicende di Jagi, uno dei personaggi più odiati dai fans, fratello di Kenshiro e crudele guerriero della Divina Scuola di Hokuto.
In Italia il manga sarà disponibile l’11 dicembre 2014, distribuito dalla Panini Comics.

martedì 18 novembre 2014

Le spade dell'imperatore di Brian Staveley

Scheda:
Titolo: Le spade dell'imperatore
Autore: Brian Staveley
Editore:  Gargoyle
Collana: Extra
Genere: fantasy
Data di pubblicazione: 2014
Pagine: 602
Prezzo: € 19,50

Trama: Un’oscura minaccia incombe sui figli dell’Imperatore di Annur.
Kaden, erede al Trono Incompiuto, ha trascorso otto anni in un eremo sperduto sulle montagne, dove i monaci devoti al Dio Assoluto gli hanno trasmesso un enigmatico sapere. I loro rituali contengono la chiave per raggiungere un potere antico che Kaden deve imparare a controllare prima che sia troppo tardi.
Sulle Isole Qirin, lontano da tutto, Valyn si sottopone allo stremante addestramento impartito dai Kettral, un’élite di guerrieri che combatte volando su giganteschi rapaci. Prima di affrontare il mondo esterno, però, Valyn dovrà superare un’ultima, terribile prova.
Nella capitale dell’Impero, Adare, as­surta al rango di ministro, vuole dimostrare il proprio valore davanti al popolo. Ma ha anche un’altra missione: vendicare suo padre. Niente e nessuno potrà fermarla, se riuscirà a dominare l’indole che ha ereditato dalla sua stirpe.
Ora che l’Imperatore Sanlitun è morto, il destino dei suoi tre figli sarà deciso in una battaglia spietata contro nemici sconosciuti, sotto lo sguardo di antichi dèi sanguinari.

«Un fantasy dal ritmo incalzante e dalla trama inattesa»
Publishers Weekly

«Staveley ha regalato ai suoi lettori
un universo vivido e viscerale. Irresistibile»
New York Times

«Staveley ha creato un mondo complesso e dettagliato
fatto di soldati assassini, monaci guerrieri,
intrighi di potere e antichi segreti»
Library Journal

«È impossibile smettere di leggere questo intenso romanzo»
RT Book Reviews

Autore: Brian Staveley ha insegnato Letteratura, Religione, Storia e Filosofia,
materie che hanno influenzato la composizione dei suoi romanzi, e ha conseguito un master in Scrittura creativa alla Boston University. Lavora come editor per Antilever Press e ha pubblicato saggi e poesie.
Le Spade dell’Imperatore è il primo capitolo della trilogia epic-fantasy Le Cronache del Trono Incompiuto.

Vive nel Vermont con la moglie e il figlio.

lunedì 17 novembre 2014

Il diavolo di ferro di Robert E. Howard - La saga di Conan il Cimmero

Scheda:
Titolo: Il diavolo di ferro
Titolo originale: The Devil in Iron
Autore: Robert E. Howard
Editore: Weird Tales
Genere: sword and sorcery
Data di pubblicazione: 1934
Data di pubblicazione italiana: 1980
Editore: Nord, Fantacollana 31

Il diavolo di ferro è l’undicesimo racconto del ciclo originale di Conan, pubblicato nel 1934 su Weird Tales con il nome di The Devil in Iron. In Italia, la casa editrice Nord ha messo in commercio questa short story nel 1980, includendola in Conan lo zingaro, quarto volume della serie dedicata al Cimmero...

domenica 16 novembre 2014

L'araldo della tempesta di Richard Ford

Scheda:
Titolo: L'araldo della tempesta
Titolo originale: Herald of the Storm
Autore: Richard Ford
Editore:  Fanucci
Collana: Collezione Fantasy
Genere: fantasy / grimdark fantasy
Traduttore: Gabriele Giorgi
Data di pubblicazione: 2014
Pagine: 576
Prezzo: € 18,00
Disponibile in eBook su Amazon a € 6,99


Trama: Massoum Abbasi, un araldo orientale, giunge a Steelhaven portando con sé una borsa che contiene degli oggetti misteriosi. Viene fermato dalle guardie cittadine per un controllo, ma uno spietato assassino, inviato dal suo stesso mandante, si occupa di loro.
Questo è il suo benvenuto a Steelhaven, la più grande città del regno, il suo porto, la sua capitale, per anni simbolo della sua potenza ma ora corrotta e degradata, alla mercé di infiltrati e signori della guerra. Nel suo cuore pulsante si intrecciano le storie di principesse innamorate di un assassino, gilde criminali che avvolgono le strade in spire di violenza, apprendisti maghi e i loro insegnanti, imbroglioni che non riescono ad esserlo fino in fondo e fanciulle che sanno essere ladre, spie e salvatrici. Ma su tutte le loro avventure si stende l’ombra della magia nera che sta per risorgere dalle tenebre e che molto ha a che fare con il prezioso contenuto della borsa di Massoum.

Un affresco corale dalle sfumature dark, un racconto epico cui non manca l’ironia, un debutto accolto con grande entusiasmo dagli amanti di Joe Abercrombie, George R.R. Martin e Daniel Abraham...

sabato 15 novembre 2014

La conquista di Cuzco


Il 15 novembre 1533 Francisco Pizarro, al comando di circa trecento soldati spagnoli e migliaia di ausiliari indigeni, conquistò Cuzco e procedette al massacro del popolo inca.

venerdì 14 novembre 2014

Valeria e Conan il barbaro

Buon compleanno a Sandahl Bergman, ballerina e attrice statunitense che ha interpretato Valeria nel film Conan il barbaro di John Milius.

Aforismi fordiani


"Cos'è il dolore figlio mio."
"Il dolore è la mia forza... Mi rende potente come le onde del mare contro cui tutto si infrange e cade."

Richard Ford, L'Araldo della Tempesta, Fanucci, 2014.

giovedì 13 novembre 2014

Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate

Scheda:
Titolo originale: The Hobbit: The Battle of the Five Armies
Lingua originale: inglese
Paese di produzione: Nuova Zelanda, USA
Anno: 2014
Data di uscita nelle sale cinematografiche italiane: 17 dicembre 2014
Rapporto: 2.35:1
Genere: fantasy, avventura, epico
Regia: Peter Jackson
Soggetto: J.R.R. Tolkien (romanzo)
Sceneggiatura: Peter Jackson, Fran Walsh, Guillermo del Toro, Philippa Boyens
Produttore: Peter Jackson, Carolynne Cunningham, Fran Walsh, Zane Weiner
Casa di produzione: New Line Cinema, Metro-Goldwyn-Mayer, Warner Bros. Pictures, WingNut Films
Distribuzione (Italia): Warner Bros.
Fotografia: Andrew Lesnie
Montaggio: Jabez Olssen
Effetti speciali: Weta Digital
Musiche: Howard Shore
Scenografia: Dan Hennah
Costumi: Ann Maskrey, Bob Buck

Interpreti e personaggi:
Ian McKellen: Gandalf
Martin Freeman: Bilbo Baggins
Richard Armitage: Thorin Scudodiquercia
Orlando Bloom: Legolas
Evangeline Lilly: Tauriel
Billy Connolly: Dáin II Piediferro
Cate Blanchett: Galadriel
Hugo Weaving: Elrond
Benedict Cumberbatch: Smaug
Christopher Lee: Saruman
Sylvester McCoy: Radagast
Mikael Persbrandt: Beorn
Luke Evans: Bard l'Arciere
John Bell: Bain
Stephen Fry: Governatore di Pontelagolungo
Ryan Gage: Alfrid
Lee Pace: Thranduil
Ian Holm: Bilbo Baggins (anziano)
Ken Stott: Balin
Graham McTavish: Dwalin
Aidan Turner: Kíli
Dean O'Gorman: Fíli
Mark Hadlow: Dori
Jed Brophy: Nori
Adam Brown: Ori
John Callen: Óin
Peter Hambleton: Glóin
William Kircher: Bifur
James Nesbitt: Bofur
Stephen Hunter: Bombur
Manu Bennett: Azog il Profanatore
Lawrence Makoare: Bolg
Doppiatori originali
Benedict Cumberbatch: Il Negromante/Sauron


Trama: Lo Hobbit: la Battaglia delle Cinque Armate porta ad un'epica
conclusione delle avventure di Bilbo Baggins, Thorin Scudodiquercia e la Compagnia di Nani. Dopo aver reclamato la loro patria dal drago Smaug, la compagnia ha involontariamente scatenato una forza letale nel mondo. Infuriato, Smaug abbatte la sua ira ardente e senza pietà alcuna su uomini inermi, donne e bambini di Pontelagolungo. Ossessionato soprattutto dal recupero del suo tesoro, Thorin sacrifica l'amicizia e l'onore e mentre i frenetici tentativi di Bilbo di farlo ragionare si accumulano finiscono per guidare lo Hobbit verso una scelta disperata e pericolosa. Ma ci sono anche pericoli maggori che incombono. Non visto, se non dal Mago Gandalf, il grande nemico Sauron ha mandato legioni di orchi in un attacco furtivo sulla Montagna Solitaria. Mentre l'oscurità converge sul conflitto in escalation, le razze di Nani, Elfi e Uomini devono decidere se unirsi o essere distrutte. Bilbo si ritrova così a lottare per la sua vita e quella dei suoi amici nell'epica Battaglia delle Cinque Armate mentre il futuro della Terra di Mezzo è in bilico.

mercoledì 12 novembre 2014

ELRIC – Tempestosa

Torna in scena Elric di Melnibonè, il più famoso antieroe albino della letteratura fantasy (e sword and sorcery), creato dalla geniale mente di Michael Moorcock.
Dal 14 novembre infatti sarà disponibile nelle edicole, fumetterie e librerie, in prima edizione assoluta per l’Italia, “ELRIC – Tempestosa”, l’ottavo titolo della collana “PRIMA” di Mondadori Comics: un albo cartonato di 56 pagine, in formato 21 cm x 28 cm, a colori.
Lo stesso Michael Moorcock si è detto entusiasta di questo fumetto e, da quello che ho potuto vedere, devo dire che le illustrazioni sono molto ben curate.
Non ci resta che leggerlo!

Trama: Imperatore dell’antica Isola del Drago, l’albino Elric di Melniboné è
l’ultimo discendente di un regno millenario che governa sul mondo grazie all’alleanza con i Signori del Caos. I suoi soldati, i suoi stregoni e perfino i demoni non sono riusciti a trovare traccia di Yyrkoon e di Cymoril. Privo di droghe Elric è allo sfinimento, ma gli appare il signore Arioch e il Cavaliere di Spade gli ridà le forze. E’ giunto il momento della vendetta…

“Epico, gotico, eccessivo, ammaliante, questo nuovo adattamento reso sontuoso dalle matite e dalle chine di Didier Poli e Robin Recht, ha ricevuto l’approvazione entusiastica di Michael Moorcock ed è già stato venduto nei paesi anglosassoni prima della sua pubblicazione francese! Un capolavoro assoluto. Ormai un punto di riferimento del genere Fantasy accanto a Conan il barbaro e a Il Signore degli Anelli”.
BEDETEQUE.COM


martedì 11 novembre 2014

Il Cuore di Quetzal di Gianluca Malato

Scheda:
Titolo: "Il Cuore di Quetzal”
Autore: Gianluca Malato
Editore: Nativi Digitali Edizioni
Sito web editore: www.natividigitaliedizioni.it
Email editore: annalia@natividigitaliedizioni.it
Data di uscita: 3 settembre 2014
Genere: Fantasy, Sword and Sorcery
Collana: NSF (Non Solo Fantasy)
Prezzo: 3.99€
Formato: ebook (epub, mobi, pdf)
Lunghezza: 560.000 caratteri (circa)
Link per acquisto e altre info: http://bit.ly/IlCuoreDiQuetzal

Sinossi: Baltak è un mercenario freddo e riservato, che vaga per le terre di Midgard accettando i lavori più pericolosi e cruenti. Una missione in particolare, la ricerca del dio Quetzal, la cui scomparsa sta causando una guerra tra umani e giganti, lo porta sulle tracce della Terra delle Nebbie, dominata dal malvagio Loki e dal suo seguace Regas. L’avventura di Baltak, tra scontri di magia, indagini, tradimenti e trappole, rivelerà progressivamente il mistero dietro il cupo mercenario: perché padroneggia le rune, poteri tipici dei druidi, e di chi è la voce di tenebra che lo accompagna e lo tormenta continuamente?
Ancora Il Cuore di Quetzal, romanzo fantasy con sfumature sword and sorcery di Gianluca Malato, autore de “Il Golem”, raccoglie a piene mani personaggi, suggestioni e tematiche dei miti nordici per raccontare da una parte una storia di guerra, complotti e macchinazioni, tra dei e uomini, tra sete di potere e virtù, e dall’altra quella di Baltak, un antieroe che cela dietro la sua immagine burbera e scontrosa un terribile dramma e un disperato desiderio di vendetta. Quale sarà il destino del cuore di Quetzal e del mercenario?

Autore: Gianluca Malato è nato a Erice nel 1986. Scrive per diletto sin dall’età di 16 anni, scrivendo romanzi brevi e racconti di genere fantastico pubblicati in vari siti Internet specializzati.
Nel 2008 entra a far parte della redazione del giornale online Fantascienza.com, per il quale scrive notizie sul mondo del cinema e articoli di divulgazione scientifica. Ha inoltre collaborato come redattore con il portale Silenzio-In-Sala.com, con la rivista Fantasy Magazine e con il blog Ossblog.it.
Trasferitosi a Roma, si laurea in Fisica Teorica con indirizzo Meccanica Statistica dei Sistemi Complessi presso l’Universita “La Sapienza”, trovando successivamente lavoro nel settore informatico.
Nel 2014 ripropone il suo primo romanzo, Il Golem, in una seconda edizione pubblicata con la formula del self-publishing. Nello stesso anno la rivista Fantasy Magazine pubblica il suo racconto di genere sword and sorcery Razziatori di tombe, ambientato nello stesso contesto fantasy del romanzo Il cuore di Quetzal, sempre del 2014 ed edito da Nativi Digitali Edizioni.

Sito web: www.gianlucamalato.it

Indirizzo e-mail: gianluca@gianlucamalato.it

Pagina Facebook: www.facebook.com/gianlucamalato

Profilo Twitter: www.twitter.com/gianlucamalato